Anche IPSIA–ACLI aderisce alla campagna #DivestItaly

Foto x adesione IPSIA-ACLI
La campagna italiana per il disinvestimento dalle fonti fossili si accresce grazie all’adesione di una nuova organizzazione, l’Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI (IPSIA).

IPSIA è un’organizzazione non governativa istituita dalle ACLI, che dal 1985 promuove la pace, la solidarietà e lo sviluppo sociale attraverso i suoi progetti di cooperazione internazionale nel Sud del mondo e la sua attività sul territorio italiano. Operante in diversi paesi e molteplici ambiti, IPSIA  è impegnata sul fronte ambientale non solo tramite progetti specifici ma anche attraverso un’attenzione a tale tematica trasversale a tutti i suoi interventi.

L’adesione alla campagna #DivestItaly rappresenta quindi una conferma dell’impegno di IPSIA a favore dell’ambiente, del clima e di conseguenza delle fasce di popolazione più vulnerabili, poiché saranno proprio queste, in particolare nei Paesi in Via di Sviluppo, a subire gli impatti peggiori del surriscaldamento globale.

In quest’ottica, supportare il disinvestimento dalle fonti fossili appare come una scelta che assume una valenza non solo ambientale ma anche di carattere etico e sociale, una scelta che non a caso un numero crescente di chiese, ordini missionari e istituti di ispirazione cattolica di vario genere stanno compiendo in tutto il mondo.