Campagna #DivestItaly

Campagna #DivestItaly: che cos’è

Anche in Italia sta per partire la campagna “Divestment” per sensibilizzare gli investitori istituzionali e gli enti pubblici al disinvestimento da titoli azionari e obbligazionari di imprese che estraggono e commercializzano carbone, petrolio e gas, ritenuti tra i maggiori responsabili dei cambiamenti climatici in corso. A livello internazionale la campagna è partita negli Stati Uniti nel 2012, su iniziativa di studenti e alunni che hanno chiesto alle proprie università di disinvestire la liquidità da società implicate nell’estrazione e vendita di combustibili fossili. Ad oggi, più di 400 investitori istituzionali – tra cui università, ordini religiosi, fondi pensione, ecc. – e 2.000 individui in tutto il mondo si sono impegnati ad azzerare o ridurre i propri investimenti nei combustibili fossili per un totale di oltre 2.600 miliardi di dollari. E’ arrivato il momento che anche in Italia le organizzazioni ambientaliste e per i diritti umani, tutte, si attivino in questa direzione e condividano campagne comuni.

Chi partecipa

A livello internazionale esiste un’importante campagna di disinvestimento da fonti fossili, promossa da una serie di coalizioni di associazioni, ONG e investitori privati, tra cui 350.org e Fossil Free.

In Italia la campagna è stata ideata dal coordinamento Power Shift Italia (in cui si riconoscono oltre 20 soggetti della società civile) e aperta senza distinzione a tutte le forze del mondo associativo, il cui scopo è attivare una campagna coordinata per targettizzare obiettivi specifici e domandare il disinvestimento in operazioni finanziarie che coinvolgono il finanziamento di progetti legati alle fonti fossili.

Sebbene le azioni portate avanti da ogni singola associazioni siano giuste e corrette, solo unendo forze di varie estrazioni si possa realmente produrre un effetto concreto attraverso obiettivi semplici e chiari.

Obiettivi

E’ stato individuato un primo gruppo di soggetti che pensiamo possa condividere l’esigenza etica di disinvestire dalle fonti fossili di energia: le associazioni religiose e la Banca Vaticana. Dopo il potente messaggio lanciato da Papa Francesco con l’Enciclica Laudato Sì, è forte e crescente l’impegno delle istituzioni cattoliche rispetto alle conseguenze etiche dell’utilizzo dei combustibili fossili. Perciò una parte della campagna sarà dedicata a incentivare istituzioni religiose a impegni di disinvestimento. Su questo fronte, è già attiva la campagna Divest the Vatican di 350.org, in cui possiamo trovare un alleato. Personalità del calibro di Naomi Klein si sono già pubblicamente attivate in questa direzione.

Oltre alle istituzioni religiose, sarà individuato un altro soggetto, come un’università, stampa o imprese, verso cui fare pressione affinché attui politiche finanziarie e di CSR di disinvestimento da fonti fossili. In questo caso la pressione si svolgerà attraverso una campagna social e media finalizzata con un hashtag e una frase chiave alla pressione sul soggetto interessato, e azioni creative per stimolare la visibilità della campagna sui media nazionali.

Perchè aderire

Aderire alla campagna permette di contribuire a rendere possibile l’obiettivo di spinta verso il disinvestimento dalle fonti fossili. Aderendo, si chiede all’organizzazione la disponibilità di una persona a partecipare alle riunioni e a portare avanti le azioni concordate. L’organizzazione della campagna è orizzontale. Le associazioni compaiono in ordine di adesione. Lo spirito è quello della solidarietà, della partecipazione, del principio di equità intergenerazionale: per lasciare alle future generazioni un Pianeta vivibile.

L’adesione deve essere approvata dalla direzione o dalla presidenza dell’organizzazione aderente, per lavorare al raggiungimento dell’obiettivo e per fare in modo che sussista un impegno ufficiale da parte dell’associazione coinvolta.

Link utili

http://www.divestitaly.org

http://www.powershiftitalia.org

http://350.org

http://gofossilfree.org

http://www.theguardian.com/environment/2015/jun/23/a-beginners-guide-to-fossil-fuel-divestment

http://www.italiaclima.org/power-shift-italia-2/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *