Stoccolma disinveste da carbone, petrolio e gas

stockholm_divest_750_2

Dopo una campagna di un anno e mezzo condotta dalla società civile, Fossil Free Stoccolma può ora dichiarare vittoria: la capitale svedese si unisce ad altre città del mondo nel ritirare i propri investimenti in società che estraggono e commerciano carbone, petrolio e gas. La modifica nella policy di investimento della città ha portato al ritiro di circa 30 milioni di corone svedesi da aziende legate ai combustibili fossili.

“La decisione di Stoccolma di disinvestire dalle imprese che guidano la crisi climatica dimostra che investire nell’industria delle fonti fossili o legittimare il suo consueto operato non è piu moralmente accettabile”, ha affermato Andrew Maunder, che con Fossil Free Stoccolma ha portato avanti per più di un anno la campagna sul disinvestimento.

“I leader politici di Stoccolma comprendono chiaramente che evitare la crisi climatica significa fare tutto ciò che è in loro potere per impedire che i combustibili fossili vengano bruciati. Ci congratuliamo con loro per questa decisione storica e speriamo che i nostri politici a livello nazionale prestino molta attenzione nel considerare se lasciare sottoterra le riserve svedesi di lignite in Germania”, continua Maunder con riferimento alla decisione attesa a breve riguardante la vendita degli asset di carbone dell’azienda svedese Vattenfall ad un investitore straniero, EPH.

Nel rompere i propri legami finanziari con l’industria delle fonti fossili Stoccolma si unisce a Malmö, Uppsala, Copenhagen, Oslo, Parigi e altre citta intorno al mondo.

“Quest’anno ha visto una serie di azioni a favore del clima senza precedenti, con migliaia di persone che hanno manifestato, si sono unite ad un’azione di disobbedienza civile per indurre a mantenere sottoterra le riserve di carbone della Vattenfall e hanno lanciato appelli creativi per l’assunzione di impegni di disinvestimento” ha detto Christian Tengblad, organizzatore della campagna svedese per il disinvestimento per 350.org.

“Ora che la capitale ha preso una posizione netta contro petrolio, carbone e gas, il governo nazionale deve fare lo stesso e assumersi la responsabilita delle proprie riserve di carbone, assicurandosi che la lignite di proprietà statale in territorio tedesco non venga mai bruciata”.

 

Tradotto da gofossilfree.org.